Raviolo ripieno di Cotechino Modena IGP e ‘nduja

Raviolo ripieno di Cotechino Modena IGP e ‘nduja

Il raviolo ripieno di Cotechino Modena IGP, mazzancolle e salsa di ‘nduja segna un vero e proprio gemellaggio tra Modena e la Calabria: ecco la ricetta proposta dai ragazzi e dalle ragazze dell’Istituto Gioberti di Roma.

In questi ravioli, infatti, il nostro Cotechino Modena IGP si fonde e amalgama alla perfezione con famosi “gamberi imperiali” – le mazzancolle, che regalano dolcezza al piatto – e alla celebre ‘nduja, l’ingrediente tipico calabrese che aggiunge la nota piccante. Insomma, un nuovo raviolo ripieno tutto da provare: scopri ingredienti e procedimento e porta in tavola tutto il gusto della cucina emiliana e calabrese!

Raviolo ripieno Cotechino 'nduja

Raviolo ripieno di Cotechino Modena IGP, mazzancolle e salsa ‘nduja

Ingredienti per 4 persone

Per i ravioli

  • 400 g di farina 00
  • 4 uova
  • 500 g di Cotechino Modena IGP
  • Sale q.b.

Per la tartare di mazzancolle

  • 500 g di mazzancolle
  • 1 lime (scorza e succo)
  • Olio extravergine di oliva della Sabina DOP q.b.
  • Menta fresca q.b.
  • Sale e pepe q.b.

Per la salsa di ‘nduja

  • 100 g di ‘nduja
  • 200 g di pomodori datterini gialli
  • 50 g di pistacchi
  • 25 g di semi di papavero
  • Concentrato di pomodoro (un cucchiaio)
  • Un mazzetto di menta
  • Olio extravergine di oliva della Sabina DOP q.b.

Preparazione

Per la tartare di mazzancolle

Sgusciare e pulire bene le mazzancolle, quindi tritarle al coltello finemente e poi condire con sale, olio extravergine di oliva, pepe, scorza di lime e un po’ del suo succo, qualche fogliolina di menta. Lasciare infine marinare in frigorifero.

Per il ripieno di Cotechino

Portare ad ebollizione una pentola d’acqua, quindi immergere il Cotechino come riportato sulla confezione. Lasciare cuocere per 15 minuti circa. Una volta scolato e rigenerato, frullare insieme ad un po’ di acqua.

Per i ravioli

Innanzitutto preparare la pasta fresca nella maniera tradizionale con farina, uova e sale. Stendere l’impasto in una sfoglia sottile. Adagiare quindi sulla pasta la farcia composta da Cotechino frullato e tartare di mazzancolle.
Tagliare e chiudere quindi tutti i ravioli. Dopodiché, in una pentola, far bollire dell’acqua salata e cuocere i ravioli per circa 5 minuti. A cottura ultimata, scolare con l’aiuto di una schiumarola. Mantecare i ravioli in padella con un filo d’olio, ancora qualche foglia di menta e un mestolo scarso dell’acqua di cottura dei ravioli.

Per la salsa di ‘nduja

Mondare e lavare i pomodorini. Sbollentarli per 3 minuti circa in acqua calda, dopodiché scolare e bloccare la cottura in acqua fredda. Pelare i pomodorini e frullarli con olio extravergine di oliva, sale e ‘nduja, quindi passare il tutto con un chinoise per eliminare i semi. Infine, trasferire in un pentolino e cuocere la salsa con il concentrato di pomodoro, finché risulterà ben addensata. A cottura ultimata, regolare di sale.

Composizione del piatto

Versare al centro del piatto la salsa alla ‘nduja, poi posizionare il raviolo ripieno e decorare con semi di papavero, qualche foglia di menta e un filo d’olio a crudo. Servire caldo!

Scopri anche le altre deliziose ricette di ravioli con il Cotechino Modena IGP qui >>