La storia del Cotechino Modena IGP

500 anni fa nelle terre modenesi… Le due eccellenze gastronomiche, protagoniste sulle tavole degli italiani durante le feste e non solo, videro la luce 500 anni fa nei dintorni di Modena. L’esistenza di questi gustosi prodotti è dovuta all’ingegnosità del popolo di Mirandola che, per sottrarre i maiali al nemico invasore, ne insaccarono le carni macinate nella cotenna e nelle zampe: un’astuzia che oggi ci consente ancora di gustare queste due prelibatezze.

Dopo 5 secoli, i due illustri insaccati sono ancora preparati secondo la ricetta di un tempo, ma con delle garanzie in più. La certificazione IGP assicura che lo Zampone Modena e il Cotechino Modena siano proprio quelli nati dalla sapiente miscela di carni e aromi in uso fino dal lontano Rinascimento. Zampone e Cotechino sono oggi considerati i progenitori di tutti gli insaccati che contengono cotenna. Dopo la loro comparsa, diversi prodotti simili apparvero anche nelle altre regioni dell’Italia centro-settentrionale, e contribuirono a tramandare e diffondere le grandi conoscenze dell’arte di preparare insaccati di puro suino.

cornice-blu

rossini

Cotechino Modena. Musica, maestro!.

Già famoso all’epoca dei primi Stati Italiani come una delle più tipiche e prelibate preparazioni gastronomiche emiliane, il Cotechino Modena è considerato il padre di tutti gli insaccati. Fin da allora la fama di questo prodotto andava oltre il territorio di origine, nel Ducato di Milano si parlava infatti del “coteghin” fatto a Modena, ed anche il compositore Gioacchino Rossini scriveva al signor Bellentani, uno dei pionieri della produzione su larga scala del Cotechino Modena, “Vorrei quattro Zamponi e quattro Cotechini, il tutto della più delicata qualità”.

Gioacchino Rossini ordinava:

“… quattro Zamponi e quattro Cotechini, il tutto della più delicata qualità”.

Il Cotechino Modena IGP, dal gusto delicato e deciso, è il bollito che tanti italiani eleggono a re delle feste di fine anno.

E tanti sono anche gli italiani che sempre più spesso lo scelgono nel menù di tutti i giorni: per il suo equilibrato contenuto calorico e la versatilità d’impiego, si presta a diventare l’ingrediente gustoso di piatti semplici ma originali.

Scarica il Ricettario del Cotechino Modena IGP o scopri le ricette ideate dai ragazzi delle scuole alberghiere!

0438