ricette Tag

[vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""][vc_column][vc_video link="https://youtu.be/syEYIMs9cME"][/vc_column][/vc_row][vc_row row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern" css_animation=""] Il Cotechino con crema di lenticchie, melograno e panna acida porta sulle tavole natalizie tutto il gusto della tradizione delle feste con consistenze che oscillano tra il croccante e il cremoso. Questa è una ricetta elegante e raffinata, ma al tempo stesso semplice e facilissima da preparare! Composto da tutte le parte nobili del maiale, il Cotechino Modena IGP si abbina alla perfezione con la dolcezza del melograno e l’acidità della crème fraîche, dando così vita ad un secondo piatto ideale per le sontuose tavole natalizie. Nel rispetto della tradizione e del territorio italiano, questa ricetta prevede un abbinamento classico rivisto in chiave più contemporanea: un’avvolgente crema di lenticchie rosse. Ecco allora di seguito tutti gli ingredienti e i passaggi per preparare il Cotechino con crema di lenticchie rosse, chicchi di melograno e panna acida.
I tagliolini in due brodi sono una divertente versione della ricetta delle tagliatelle all'emiliana, nati da un'idea dello IAL di Serramazzoni (Modena). Questa ricetta innovativa ricorda due cucine famose nel mondo, ovvero quella italiana e quella giapponese. I tagliolini all'uovo sono infatti un grande classico della gastronomia italiana (ed emiliana in particolare), mentre il dashi è un brodo - solitamente di pesce - utilizzato come base di moltissimi piatti della cucina nipponica. In questa ricetta dei tagliolini in due brodi, i dashi vengono realizzati in modi diversi, uno con il Cotechino Modena IGP e uno con verdure deliziose come porro, carota e zucchine. Prova a realizzare la ricetta dei tagliolini in due brodi dashi all'emiliana, il loro gusto particolare ti conquisterà!
Questa è la ricetta del parrozzetto al Cotechino Modena IGP: sì, il classico dolce della tradizione abruzzese viene qui rivisitato in chiave originale e innovativa per un gusto davvero particolare. Il Cotechino e il mandarino sono i protagonisti di questo dessert e, insieme, creano un piacevole contrasto tra dolce e salato tutto da gustare. Scopri la ricetta del parrozzetto al Cotechino e prova a realizzarla a casa: i tuoi ospiti rimarranno davvero colpiti! Ecco allora ingredienti e procedimento - spiegato in tutti i suoi passaggi - per creare un perfetto parrozzetto al Cotechino Modena IGP.
Pochi, semplici ingredienti per una ricetta veloce e golosa: il medaglione di Cotechino Modena IGP in crosta di caffè con mele cotogne e pistacchi. Realizzare questo secondo piatto non è difficile, basterà procurarsi ingredienti di qualità - proprio come il Cotechino Modena IGP - e seguire le istruzioni passo dopo passo: in poco tempo porterai in tavola tutto il gusto del Cotechino, il profumo del caffè, la dolcezza delle mele e la croccantezza dei pistacchi. Scopri allora la ricetta del Cotechino Modena IGP in crosta di caffè con mele cotogne e pistacchi!
Il Cotechino al Grand Marnier e cioccolato al peperoncino è un piatto insolito, un dessert dolce-salato che lascerà i tuoi ospiti a bocca aperta. Dall'Istituto Marchitelli di Villa Santa Maria (Chieti) ecco quindi un dessert piccante davvero particolare, realizzato con Cotechino Modena IGP, Grand Marnier e cioccolato al peperoncino. Il gusto unico del Cotechino incontra il sapore leggermente piccante del cioccolato al peperoncino, insieme all'invitante nota profumata aggiunta in ricetta dall'uso del Grand Marnier. Se vuoi provare questa ricetta gustosa, diversa dal solito, scopri come preparare il Cotechino al Grand Marnier e cioccolato al peperoncino!
Questa è la ricetta gourmet del Cotechino Modena IGP glassato al Lambrusco, con finta castagna IGP del Monte Amiata, marmellata di pomodoro verde, ginger candito, terra al malto e cavolo nero. Sembra un dolce al cioccolato, invece è un secondo piatto pieno di sapore la proposta dell'Istituto F. Martini di Montecatini Terme: il Cotechino Modena IGP glassato con il fondo di Lambrusco. Tanti gusti e sapori diversi si uniscono dando vita a un piatto complesso ma non troppo difficile da realizzare: scopri qui come cimentarti ai fornelli per creare la ricetta!
Ecco i classici tortellini ripieni, in una versione però più innovativa e gustosa rispetto alla ricetta della tradizione: sono i tortellini ripieni di Cotechino Modena IGP e mousse di lenticchie con l'aggiunta di Pecorino Romano e un delizioso concassé di arancia di Sicilia. Cotechino e lenticchie: un abbinamento tipico della nostra cucina che, in questo primo piatto, dona un gusto davvero speciale alla pasta fresca. I tortellini, saranno inoltre realizzati con l'acqua degli spinaci che donerà loro un bel colore verde brillante. Un primo che appagherà non solo il palato, ma anche la vista: scopri tutti gli ingredienti e prova a cucinare anche tu questi ottimi tortellini ripieni con Cotechino e lenticchie!
Le semisfere di Cotechino Modena IGP sono un piatto coloratissimo e pieno di frutta: mela, melagrana e zucca arricchiscono infatti questa ricetta gustosa, una vera esplosione di sapori. Da proporre in tavola come sfizioso antipasto, le semisfere di Cotechino sapranno accontentare anche i più esigenti. Il Cotechino viene servito coperto da tre glasse diverse: di mela, melagrana e zucca. Il tocco croccante sarà dato, infine, da una perfetta granella di nocciole caramellate con miele e paprika, per un risultato dolce-salato davvero insuperabile. Scopri allora la ricetta delle semisfere di Cotechino glassate alla mela, melagrana e zucca: un piacere per il palato!
Cotechino K è la ricetta ideata dall'Istituto F. Martini di Montecatini Terme (PT): un antipasto gourmet a base di Cotechino Modena IGP, tapioca e salsa al pomodoro. La scelta del nome della ricetta deriva dall'uso della gomma Kappa, elemento che si ottiene da alcuni tipi di alghe rosse, e viene utilizzato principalmente in pasticceria per ottenere la gelatina. Presente in tantissime preparazioni diverse, anche salate, è nota soprattutto agli chef che amano la tecnica della "cucina molecolare". In questo caso, la gomma K non solo dona il nome alla ricetta - ovvero Cotechino K - ma viene impiegata in maniera alternativa per lavorare il Cotechino, protagonista assoluto del piatto. La tapioca e una riduzione al pomodoro completano questo antipasto tutto da provare: ecco allora la ricetta gourmet del Cotechino K!