Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d’India dell’Etna

Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d’India dell’Etna

Scoprite il Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d’India dell’Etna, una ricetta che abbina il Cotechino Modena IGP ai sapori esotici della Sicilia.

La dolcezza dei fichi d’India si contrappone alla naturale sapidità del Cotechino Modena IGP in questa ricetta che ha tutto il profumo del Mediterraneo.

Colorata e invitante, la ricetta del Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d’India dell’Etna è perfetta per quelle occasioni che prevedono una cucina creativa e insolita. Ecco quindi tutti i passaggi per preparare il Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d’India dell’Etna.

Cotechino Modena IGP al pepe rosa e fichi d'India dell'Etna

La ricetta del Cotechino Modena IGP al pepe rosa

Ingredienti per 5 persone

  • Burro q.b.
  • Farina 00 q.b.
  • 500 g Cotechino Modena IGP tagliato a fette
  • Pepe rosa q.b.
  • 5 Fichi d’india dell’Etna DOP
  • 5 cl Brandy
  • 1 mestolo brodo vegetale
  • Prezzemolo qualche foglia
  • Sale q.b.
  • 2 chiodi di garofano
  • Granella di pistacchio di Bronte DOP
  • Melograno q.b.
  • Vino cotto*

Procedimento
In una padella sciogliere il burro a fuoco lento, mettere il Cotechino Modena IGP precedentemente lessato e infarinato, far cuocere per circa 2 minuti per lato. Aggiungere il pepe rosa (schiacciandolo con i lembi della forchetta), i fichi d’India centrifugati, 2 chiodi di garofano e far fiammeggiare con il brandy. Quando il brandy sarà del tutto evaporato, aggiungere un mestolo di brodo vegetale e portare a cottura finché il fondo si riduce in una cremina non troppo densa. Servire su un piatto di portata decorando con qualche foglia di prezzemolo, granella di pistacchio, chicchi di melograno e gocce di vino cotto. Adagiare dei fichi d’India dell’Etna DOP a crudo (tagliati a fette).

Come ottenere il vino cotto*
Il vino cotto di fichi d’india (vinucuotto, in dialetto) è un trasformato del succo di fichi d’india che diventa un concentrato simile ad un aceto balsamico dolce. La sua trasformazione avviene mediante una cottura di circa 22 ore, durante le quali il liquido si riduce a un terzo del prodotto iniziale. Si ottiene un composto di colore rosso e una consistenza simile a un vino d’uva quando lo si fa bollire, da qui il nome di vino cotto.

Scoprite anche: